FAQ PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Marzo 2012 14:21

Domande frequenti



 

Pratico il compostaggio domestico degli scarti verdi e dello scarto umido nel mio orto o giardino. A quali riduzioni ho diritto, a chi debbo rivolgermi?

Le politiche di incentivazione e promozione del compostaggio domestico (CD) vengono decise in autonomia da ciascun Consorzio o dai singoli Comuni. Non vi è quindi, operando il compostaggio domestico nel proprio giardino, un diritto acquisito per una riduzione della Tassa (TARSU) o Tariffa (TIA) che si paga per il servizio rifiuti. Si segnala comunque che molte realtà prevedono una riduzione parziale della TARSU/TIA, per le utenze che praticano il CD. Dovrebbe rivolgersi all’Ufficio Tributi del proprio Comune/Consorzio, per conoscere quali sono le politiche tariffarie applicate.

 

 



Il Consorzio del Comune in cui abito vuole attivare la RD dello scarto organico; ci sono specifiche e standard operativi di legge che vanno rispettati?

Il testo unico ambientale (Legge 152/2006 e s.m.i) stabilisce che il rifiuto organico (gli avanzi di cucina e di giardino) vanno raccolti in maniera differenziata. Chiarisce inoltre che la raccolta separata deve essere effettuata con contenitori a svuotamento riutilizzabili o con sacchetti compostabili certificati a norma UNI EN 13432-2002.

Il CIC evidenzia da tempo l’importanza di affiancare alle raccolte differenziate della frazione organica un sacchetto di contenimento che non sia di plastica tradizionale (per es. PE), un rifiuto non biodegradabile che interferisce con le pratiche di compostaggio o di digestione anerobica. Quindi: non fate la raccolta dell’organico con i sacchetti di plastica, ma cercate sacchetti in materiali certificati come compostabili (carta o bioplastica certificata).
Per avere maggiori informazioni vedere la nota tecnica "Cosa mettere nell'umido".


 


Mi hanno proposto un secchiello fessurato per la RD dello scarto umido, funziona? Non corro il rischio di attrarre roditori o altri insetti?

Il quesito del lettore fa riferimenti ad un sistema di raccolta ventilato; per funzionare in maniera ottimale al secchiello (con fessure sulle pareti e sul coperchio) va abbinato un sacchetto traspirante (in carta o in bioplastica compostabile certificata, non in plastica tradizionale); con questi accorgimenti lo scarto di cucina tende a perdere un po’ di umidità e così si contribuisce a prevenire la formazione di odori e muffe e si riduce la formazione di liquido in fondo al contenitore.

 


 

 

Manuale di compostaggio domestico

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Aprile 2016 16:40
 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e gestire la tua navigazione all'interno di questo sito. I cookies necessari all'essenziale funzionamento del sito sono già stati installati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la Cookies & Privacy policy. Clicca sul pulsante Agree - Confermo in fondo a questo box per proseguire la navigazione e acconsentire all’uso dei cookies.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Cookies & Privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information