News
CIC - Rapporto Annuale 2017 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Maggio 2017 00:00

Autori: Massimo Centemero, Marco Ricci, Jenny Campagnol, Alberto Confalonieri, Michele Giavini, Vera Brambilla, Gianluca Longu, Dario dell’Anna, Simone Giudici

Testo scritto tra Febbraio e Marzo 2017 e pubblicato in Maggio 2017

 

Il rapporto può essere scaricato compilando il FORM a questo link

 

Il Rapporto Rifiuti Organici del CIC sul recupero delle frazioni organiche, conferma la crescita del settore


Aumenta ancora la raccolta dell'organico. Con una crescita media nell’ultimo decennio di quasi il 10% l’anno, lo scarto organico si consolida come la componente principale dei rifiuti urbani raccolti in Italia, attestandosi al 43% nel 2015.

Su un totale di 14 milioni di tonnellate di rifiuti urbani differenziati nel Paese, la raccolta della frazione organica (umido e scarto verde) è stata di 6,1 milioni. Superata per la prima volta la soglia di 100kg per abitante raccolti in maniera differenziata.

-----

Ogni anno pubblichiamo il nostro Rapporto Associativo, il resoconto di un anno di attività che riporta dati, grafici, tabelle e informazioni utili per comprendere non solo le azioni compiute ma anche per verificare la crescita di un intero settore. Questa edizione del Rapporto associativo la possiamo considerare un’edizione speciale perché cade nel venticinquesimo anno di attività del Consorzio Italiano Compostatori. Sarà quindi un’edizione particolarmente corposa con accenni al passato, un dettaglio sul presente e alcuni spunti sul futuro. Sono passati 25 anni dal giorno in cui alcuni imprenditori, veri e propri pionieri del settore, si sono trovati per iniziare un percorso non solo imprenditoriale ma anche strategico, comune e condiviso.


Alla luce di quanto avvenuto negli anni successivi questa impostazione si è rivelata vincente...un Consorzio, un Comitato Tecnico, la creazione di due categorie di Consorziati: i Soci Ordinari e i Soci Aderenti. E, cosa veramente innovativa, uno spazio ai Soci Generali di Categoria che rappresentano associazioni di aziende pubbliche e private di servizi nel campo dei rifiuti organici.


L’impostazione originaria è rimasta più o meno la stessa con una forte connotazione tecnica ed operativa; il CIC ha sempre approfondito, alcune volte anche anticipando gli eventi, alcune tematiche innovative. Pensiamo agli studi che hanno portato alla scelta di trattare solo matrici selezionate. Un compost di qualità si costruisce solo con matrici di qualità. Sono cambiate molte situazioni al contorno, pensiamo alla crescita degli anni ’90, pensiamo alle normative, pensiamo alla recente e purtroppo ancora incipiente crisi economica. Ma il CIC ha mantenuto la coerenza strategica di pensare e lavorare per costruire un sistema basato sulla qualità: la qualità delle matrici trattate, la qualità delle raccolte differenziate, la qualità degli impatti, la qualità dei presidi, la qualità dei fertilizzanti prodotti.


Come si evince dalle descrizioni dettagliate contenute nel report, il settore è ormai molto ampio, articolato e rappresenta la filiera quantitativamente più importante tra le filiere dei rifiuti urbani in Italia. Alla mera produzione di compost si sono affiancate imprese che producono biogas e substrati di coltivazione senza dimenticare il valore delle aziende rappresentate dai Soci Aderenti che presentano continuamente innovazioni tecnologiche, nuovi materiali, nuove tendenze produttive.


Siamo certi che il settore possa ancora crescere e pensiamo che le aziende del CIC possano contribuire alla strategia di gestione complessiva dei rifiuti in Italia. Possiamo riassumere tutto questo con un solo numero: in questi anni sono passati dal settore del biowaste 65 milioni di tonnellate di scarti organici, rifiuti che non hanno preso la via della discarica.


Ci auguriamo che qualcuno dei cosiddetti policy maker prenda coscienza non solo della nostra esistenza ma soprattutto di quanto sia strategico il settore del biowaste per le politiche ambientali, per le dinamiche imprenditoriali e per l’innovazione tecnologica che c’è dietro ogni azienda del Consorzio Italiano Compostatori.


Per il Consorzio Italiano Compostatori,
Il Presidente con i membri del CDA
Il Coordinatore con tutti i membri del Comitato Tecnico Il Direttore con tutto il suo staff operativo

 



Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Maggio 2017 15:15
 
COMUNE PIU' ORGANICO 2017: aperte le iscrizioni PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Maggio 2017 11:09

Il Comune più Organico - edizione 2017

Al via le iscrizioni per “Il Comune più organico”, il premio ideato dalla casa editrice “il Verde Editoriale di Milano con il supporto del  CIC - Consorzio Italiano Compostatori per scoprire i Comuni italiani impegnati nel miglioramento delle condizioni ambientali del proprio territorio, soprattutto attraverso la riduzione e la valorizzazione virtuosa dei rifiuti biodegradabili e compostabili.


Partecipare è gratuito: c’è tempo fino al 21 luglio per far aderire il proprio comune. I vincitori saranno annunciati nel corso di Ecomondo 2017 a Rimini. 

 

In questi giorni ha quindi preso il via la edizione 2017 de “Il Comune più organico” un riconoscimento assegnato ai Comuni italiani che si sono distinti per il miglioramento delle condizioni ambientali del proprio territorio, anche attraverso la valorizzazione dei rifiuti biodegradabili e compostabili.

Verranno valutati i diversi parametri di performance nella gestione dei rifiuti organici quali: l’attività di comunicazione e sensibilizzazione sulla filiera riduzione-recupero-riciclo dei rifiuti organici, la sensibilizzazione dei cittadini e degli alunni delle scuole, l’incentivazione del compostaggio domestico e della raccolta differenziata degli scarti verdi, il monitoraggio del rifiuto organico raccolto, la riduzione dello spreco alimentare, la diffusione del Green public procurement e l’impiego del compost.

 

Possono partecipare gratuitamente al premio tutti i Comuni Italiani, suddivisi nelle seguenti categorie:
•    I categoria - Comuni fino a 5mila abitanti;
•    II categoria - Comuni da 5mila a 15mila abitanti;
•    III categoria - Comuni da 15mila a 50mila abitanti;
•    IV categoria - Comuni oltre 50mila abitanti.

 

Per partecipare i comuni possono scaricare la scheda di partecipazione dal sito www.ilverdeeditoriale.com a questo link http://www.ilverdeeditoriale.com/citta_verde.aspx oppure direttamente qui
•    Scheda di candidatura dati generali http://bit.ly/2pfOTZ6   
•    Scheda descrittiva in formato excel http://bit.ly/2pXn8n8   

Per maggiori informazioni contattare il Coordinamento e segreteria organizzativa c/o Il Verde Editoriale, Viale Monza 27/29 – Milano oppure tel. 02 89659764

M. Ricci, Maggio 2017

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Maggio 2017 07:07
 
ICAW 2017 - Settimana Internazionale del Compost PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Maggio 2017 06:26

XXII Settimana Internazionale sul Compost

7-13 Maggio 2017

 

La settimana dal 7 al 13 maggio 2017 sarà la XXII Settimana internazionale della consapevolezza dell’importanza del Compost. La ICAW è un progetto nato in Canada nel 1995 e promosso dal Composting Council Research and Education Foundation per sensibilizzare l'opinione pubblica sul ruolo e sulle funzioni del compost.

 

Il CIC in accordo con l'USCC, l'Associazione dei compostatori americani, aderisce ad ICAW ideando un evento mediatico ispirato a “Compost! Healthy Soil, Healthy Food”, quindi al ruolo del compost per la fertilità naturale dei suoli e della produzione di cibo sano.

 

 

8 maggio - Self Garden Srl │partner de progetto “Differenzio anche io”, promosso dal comune di Aprilia e che ha come obiettivo l’educazione ambientale e al corretto recupero dei rifiuti, ha organizzato per l'8 maggio una visita degli alunni delle scuole primarie di Arilia agli stabilimenti della Self Garden. I bambini hanno avuto la possibilità di verificare con i loro occhi i risultati del processo di riciclo del rifiuto organico svolto negli impianti di compostaggio.

7 maggio - 13 maggio 2017 – GAIA Spa │in occasione dell'INTERNATIONAL COMPOST AWARENESS WEEK, presso l'impianto di compostaggio di San Damiano d’Asti (AT), sarà distribuito gratuitamente il compost al fine di incentivarne l'uso e farne conoscere le qualità agronomiche. In allegato il SAVE THE DATE.

7 maggio - 13 maggio 2017 - Calabra Maceri & Servizi Spa │ Porte aperte all'impianto di Rende (CS). Durante la settimana del compost gli studenti degli istituti agrari presenti nella provincia di Cosenza potranno visitare l'impianto di compostaggio di Rende. Un tecnico dell’impianto svolgerà per l’occasione il ruolo di guida e spiegherà agli studenti come da un rifiuto organico si possa ottenere il compost.

Attachments:
Download this file (Inserzione_International_compost_week.pdf)GAIA - ICAW 2017358 Kb
Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Maggio 2017 08:53
 
Il CIC a Bruxelles con il TrenoVERDE di Legambiente PDF Stampa E-mail
Giovedì 27 Aprile 2017 10:26

Il 24 aprile il CIC, insieme a Legambiente e agli altri i campioni italiani dell’economia circolare del Trenoverde, era presente a Bruxelles per sostenere la necessità di un accordo ambizioso tra Parlamento e Consiglio, affinché la riforma della politica europea dei rifiuti divenga al più presto realtà.

Il direttore generale di Legambiente Stefano Ciafani, il direttore del CIC Massimo Centemero e diversi rappresentanti delle migliori esperienze nella gestione dei rifiuti in Italia hanno presentato al vicepresidente della Commissione europea Jyrki Katainen e all’eurodeputata Simona Bonafè, relatrice del pacchetto sull’economia circolare, l’atlante dei campioni dell’economia circolare #circulareconomy made in Italy: 107 esperienze tra aziende, cooperative, start-up, associazioni, realtà territoriali e Comuni che hanno già investito su un nuovo modello produttivo e riciclano materie prime seconde che fino a oggi finivano in discarica.

Un mese fa l’Europarlamento ha approvato a larga maggioranza il cosiddetto pacchetto sull’economia circolare, adottando un testo che migliora la proposta del 2015 fatta dalla Commissione Europea, in particolare per quanto riguarda i target di riciclaggio al 2030 innalzati al 70% per i rifiuti urbani e all’80% per gli imballaggi. Ora tocca al Consiglio intraprendere la strada di una politica europea finalmente in grado di trasformare l’emergenza rifiuti in una grande opportunità economica e occupazionale.

L’Italia ha oggi tutte le carte in regola per fare da capofila nell’Europa dell’economia circolare. Le 107 esperienze – consultabili anche sulla mappa interattiva disponibile sul sito www.trenoverde.it - rappresentano esempi fondamentali di gestioni sostenibili dei rifiuti fondate su riciclaggio, raccolte differenziate domiciliari, tariffazione puntuale, riuso, prevenzione e innovazione industriale.

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Aprile 2017 12:32
 
UE Economia Circolare: via libera del Parlamento Europeo PDF Stampa E-mail
Martedì 04 Aprile 2017 05:52

Nella seduta del 14 marzo 2017 è stato approvato dal Parlamento Europeo il "pacchetto dell'Economia Circolare" che include anche la revisione di alcune importanti direttive UE sui Rifiuti quali: Discariche, Imballaggi, RAEE, Pile e altri.

Vengono posti anche obiettivi precisi sul recupero e sul riutilizzo dei rifiuti entro l'anno 2030:

- almeno il 70% dei rifiuti urbani andrà preparato per il riutilizzo e/o recuperato

- almeno il 50% dei rifiuti alimentari andrà ridotto

- almeno l'80% dei rifiuti di imballaggio andrà preparato per il riutilizzo e/o recuperato

- in discarica andrà conferito fino al 5%

 

Maggiori informazioni qui: www.reteambiente.it

tratto da Newsletter Normativa CIC , marzo 2017

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 23

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e gestire la tua navigazione all'interno di questo sito. I cookies necessari all'essenziale funzionamento del sito sono gi stati installati.
Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la Cookies & Privacy policy. Clicca sul pulsante Agree - Confermo in fondo a questo box per proseguire la navigazione e acconsentire alluso dei cookies.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Cookies & Privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information